lunedì 14 marzo 2016

ENDOMETRIOSI: LA GUARIGIONE DI VALENTINA

Buongiorno a tutti,
l'endometriosi è una malattia sempre più diffusa, ma anche i casi di autoguarigione avvengono sempre più di sovente.
Donne forti che credono in loro stesse e utilizzano la loro grande energia per guarirsi.
Ecco una nuova testimonianza, quella di Valentina:

"La mia storia è molto lunga ma cercherò di essere breve.
Ho 32 anni e sin da adolescente il mio ciclo è sempre stato molto doloroso e abbondante..
Ma dai 25 anni le cose peggiorarono tantissimo, dovevo passare i cinque giorni a letto con febbre alta e dolori atroci più altri due giorni per riprendermi, svenivo spesso dai dolori..inutile raccontarti le corse al pronto soccorso e guardia medica..
Mi dovetti anche licenziare da lavoro perché quando mi fu diagnosticata (dopo tre anni) un'endometriosi severa sparsa su intestino, douglas, vescica, retto e un ovaio...ero piena di aderenze, cisti, un'utero presumibilmente adenomioso...mi fu prescritta la pillola in continuo per tre anni. 


Peggiorò tutto, stavo male quasi tutto il mese, non potevo camminare, fare sforzi, sollevare una busta, nulla...continue emorragie, contrazioni dolorose all'utero e dolori fortissimi continui..la pillola mi deformò l'utero, ora lo posso dire con certezza, mentre i medici affermavano che il mio utero fosse adenomioso ed era da togliere non avevano altre soluzioni...come l'intestino e forse la vescica...sono stata dai migliori specialisti e nei migliori centri tra cui il Negrar a Verona.

Il mio organismo era zeppo di antinfiammatori ed ormoni...per non parlare degli integratori costosissimi che non facevano effetto, il mio portafoglio si è sgonfiato notevolmente in cinque anni tra visite e "cure" sono andati via 6000 euro.
Bene tornai a casa dopo il viaggio massacrante, (sono sarda) non riuscivo più nemmeno a salire in un bus...ero stravolta, susseguirono altre patologie piuttosto gravi, causa la pillola che nessun medico mi consigliò di smettere, anzi dovevo continuare altrimenti ci sarei rimasta secca nelle condizioni in cui ero.
Bene io informandomi sulle cure alternative...e medici che consigliavano una mirata alimentazione (molto rigida) frequentai convegni, contattai questi medici...e mi misi sotto.


Smisi la terapia con la pillola, ora sono un'anno senza nulla.
Ho iniziato un percorso interiore attraverso la meditazione ed il training autogeno..poichè dopo altre terapie mi venne una forte orticaria (sicuramente scatenata dai farmaci) ho utilizzato i fiori di Bhac perchè andai pure in depressione dopo tutto il calvario che avevo subito, non potevo più uscire senza star male...ormai stavo sempre e solo male.


Bene il percorso è stato molto lungo, ogni giorno un piccolo miglioramento.
Ora sono guarita..ho il mio ciclo che dura m,to meno e riesco a fare tutto quello che devo fare, faccio sport, cosa che prima mi sognavo di fare e non prendo più nemmeno un'antinfiammatorio se non è proprio forte il dolore.
Bisogna cambiare abitudini ma scavare anche dentro di noi...c'è un qualcosa di irrisolto che ci porta a stare male e a soffrire in quel modo..oltre a ripulire totalmente dalle tossine l'organismo, dentro e fuori.







Qualche mese fa...rivado al centro, nonostante lo psicoterapeuta mesi fami sconsigliò di farmi rivisitare perchè non c'era alcun bisogno visto che non avevo più dolori, mi sentivo pronta a riaffrontare quei brutti ricordi..medici che ti guardano dall'alto in basso senza darti spiegazioni, senza rispondere alle tue domande, intascando denaro senza dare aiuto, ho visto tanti medici e mai nessuno che mi ascoltava seriamente e cercasse di capire, mai. Mi sono soltanto sentita dire tagliamo questo, poi vediamo se togliere anche metà i testino ma qui in Sardegna non so le conviene andare in un centro specializzato...e io dovevo fidarmi di questi? Arrivai persino a prenotare un intervento convinta da un medico e dalla disperazione per poi scappare...durante le visite ne passai di ogni e andai via. torniamo a noi, torno al centro senza far vedere nessun documento fatto in precedenza..non volevo condizionare nessuno come succedeva in passato, nulla vuoto totale nessuna ciste, nessuna aderenza nulla. Ora io dico ho delle amiche mutilate, non gli rimane più nulla, e continuano a star male, lo capiranno mai che l'intervento non è la soluzione ai loro mali? È solo l'inizio...conosco ragazze che ogni sei mesi tornano sotto i ferri sperando di tornare ad una vita normale, ragazze molto più giovani di me.


Io voglio divulgare il più possibile il fatto che se ci si impegna a fare un lavoro su noi stesse si può auto guarire, esistono tantissime cure alternative, la natura ci offre tutto ciò di cui abbiamo bisogno, dobbiamo solo essere ricettivi e cogliere queste soluzioni.


Ho una pagina Instagram ed un blog dove cerco di scrivere e spiegare il più possibile il mio stile di vita sano, che se è stato utile a me nelle mie condizioni sono sicura potrebbe aiutare tante altre ragazze, ricevo tante mail, tante, tante...però poche sono realmente pronte ad affidarsi a queste cure non convenzionali...si arrendono al primo ostacolo, bisogna essere forti, molto forti e noi donne lo siamo.
"



Ecco i contati di Valentina:
Blog aperto da poco più di un'anno:  www.lechiacchieredivale.com

Instagram: http://instagram.com/valeluna_83?

Facebook: https://www.facebook.com/Le-Chiacchiere-di-Vale-BLog-332260280282804/?ref=bookmarks


Grazie a Valentina per essersi aperta e resa disponibile ad aiutare le altre donne!

domenica 6 marzo 2016

CURARSI DA SOLI CONOSCENDO SE STESSI


Carissimi,
Ognuno di noi può affinare le proprie percezioni al punto di arrivare a curarsi da solo. 
Questo è l'augurio che ci facciamo per gli anni a venire.
Ecco la bellissima testimonianza di Rosy:


"Cara Cristiana,
come stai? Volevo raccontarti questo episodio, di ieri. 

Mentre ero a scuola, nel corso della mattina mi sono ritrovata a "subire" un forte raffreddore, sempre più simile ad un attacco di allergia da polline, di cui io non soffro di solito. 
Avevo mal di testa, gli occhi e il naso mi scorrevano e mi doleva fortemente la narice sinistra, che ha un turbinato piuttosto ingrossato.

Lì per lì ho preso senza molto successo una pillola effervescente di paracetamolo datami da una collega, servita almeno per non starnutire e gocciolare di continuo davanti agli studenti, ma arrivata nel pomeriggio a casa mi sono detta che non volevo prendere altri medicinali, così mi sono preparata i fiori di Bach seguendo l'intuizione e la mappa di Kramer.

Ho messo nella boccetta da 30 ml Aspen , Agrimony per le narici, Crab Apple e Water Violet per gola e nuca (mi doleva la cervicale), Beech per il sospetto di allergia e Heather, perchè lo sai che  sono un po' lagnosa e un po' approfitto sotto sotto dei miei malanni per farmi compatire (avevo chiesto un massaggio al collo ad Alice, tra l'altro). 

Ho preso 4 gocce della boccetta ogni mezz'ora per diverso tempo, e a sera non avevo quasi niente, ho dormito tranquillamente e ho passato una mattinata decente a scuola con gli studenti. Il naso è leggermente gonfio ma non ho più il raffreddore forte.

Ho aspettato a scriverti fino ad ora perchè pensavo ad un effetto placebo e volevo essere sicura di raccontarti delle cose giuste, non semplici sensazioni. 

E' la prima volta che i fiori mi danno un effetto immediato ed istantaneo, non solo, la sera mi sentivo carica energeticamente, ho capito fino in fondo la portata terapeutica delle essenze floreali. Piano piano la mia coscienza si affina e rieso a vedere al di là delle apparenze che spesso ingannano."